Kofler & Rech 10 anni avanti!

Nel mese di ottobre una delegazione di SITEB è stata invitata a visitare il nuovissimo impianto per la produzione di conglomerati bituminosi della ditta
associata Kofler & Rech di Brunico (Val Pusteria).
L’impianto d’asfalto, inaugurato a giugno con una giornata “porte aperte”, è posizionato nei pressi  della centrale pubblica di tele-riscaldamento alimentata a cippato. L’impianto è dotato di soluzioni tecniche avanzatissime tra cui spicca la struttura in cemento armato per lo stoccaggio coperto degli inerti (7.000 t) mentre il cuore è costituito da una macchina Ammann Universal da 240 t/h caratterizzata da una doppia linea per il fresato e da un essiccatore di ultimissima generazione che consente un recupero fino al 50%, nel pieno rispetto dei valori delle emissioni in atmosfera. Un vaglio vibrante a 7 selezioni, diviso longitudinalmente, offre la concreta
possibilità di separare il materiale porfirico da quello calcareo in 7+7 tramogge coibentate.
Doppia anche la linea di adduzione del bitume, con rampa di spruzzatura sia per il bitume che per lo schiumato. L’impianto può infatti produrre conglomerato bituminoso a caldo e a freddo ma anche soluzioni tipo “warm asphalt” o addirittura misto cementato.
Notevole è il parco serbatoi per bitume ed emulsioni, totalmente elettrificato (complessivamente 4×80 mc di bitume e 2×50 mc di emulsione). Una sala di comando super confortevole, e totalmente computerizzata, gestisce tutte le operazioni produttive mentre un sistema software per il caricamento e la bollettazione dei mezzi, azionato tramite cip-card, indica il silo di riferimento, il peso e il prodotto senza alcuna possibilità di errore e senza interferenze tra autisti e personale d’impianto.
Le soluzioni ideate personalmente da Markus Kofler e da lui adottate in totale accordo con le autorità competenti e la comunità di Brunico fanno di questo impianto un fiore all’occhiello del settore e una eccellenza in ambito SITEB. Complimenti Markus!

 La cabina di comando

Markus Kofler con il Presidente e il Direttore di SITEB